• Oggi è: lunedì, ottobre 21, 2019

Viterbo, la sezione locale di Casapound difende gli stupratori

Riccardo Licci (Sn) e Francesco Chiricozzi (Dx), i due esponenti di Casapound arrestati per violenza sessuale di gruppo

Nonostante i leader nazionali di Casapound abbiano espulso il consigliere Francesco Chiricozzi, la sezione viterbese del movimento di estrema destra difende il giovane e Riccardo Lecci, entrambi arrestati per lo stupro di una donna di 36 anni.

«Confidiamo nelle prove in mano agli avvocati le quali, ne siamo certi, scagioneranno i nostri ragazzi» dichiarano, senza preoccuparsi troppo del fatto che ci siano dei video che riprendono la violenza: tre ore infinite durante le quali la donna è stata stuprata a turno per poi essere abbandonata davanti l’uscio di casa.

«Non intendiamo partecipare – scrive Casapound Viterbo su Facebook – alla gogna mediatica, già abilmente partita guarda caso insieme all’inizio della campagna elettorale, nei confronti di due suoi giovanissimi militanti. Il reato contestato è molto grave ed estraneo al nostro Dna e sarà la magistratura a dover decidere la colpevolezza o l’innocenza dei ragazzi, in base alla veridicità delle affermazioni della parte lesa». E ancora: «nessuno di noi accetterà di sostenere chi gode a sbattere il mostro in prima pagina prima ancora di conoscere la realtà dei fatti».

Intanto, a Viterbo i due giovani sono stati interrogati dal gip Rita Cialoni che ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare con le accuse di violenza di gruppo e lesioni aggravate.

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.