• Oggi è: martedì, agosto 20, 2019

Sperlonga, discordia sul mercatino pasquale in Piazza Europa

sperlonga-752x440

Durante le festività pasquali, a Piazza Europa, nel centro storico di Sperlonga, si è tenuto un “mercatino” con numerosi stand di artigianato e prodotti di ogni sorta.

La piazza è stata totalmente occupata dai gazebo bianchi degli espositori in tutta la sua superficie.

«Con delibera del 29 marzo scorso, la giunta approvava l’occupazione del suolo pubblico di Piazza Europa dal 20 al 22 aprile in favore di un’associazione dominata Varsoccer per l’espletamento di un mercatino degli artigiani», dichiara Sara Kelany, portavoce del circolo cittadino di Fratelli d’Italia.

«Basta dare una rapida occhiata alla delibera -aggiunge Kelany- per evidenziarne le pesanti lacune che si spera siano state colmate da successivi atti: non risulta infatti se l’occupazione del suolo abbia natura onerosa o sia stata data a titolo gratuito, né si fa menzione del curriculum o delle caratteristiche soggettive dell’associazione richiedente che possano giustificare un così ampio spazio dato in concessione. Rammentiamo che tutta piazza Europa è stata invasa dagli espositori, in un periodo estremamente delicato per l’economia del paese» continua Sara Kelany «abbiamo avuto modo di registrare il disappunto dei commercianti del centro storico i quali hanno giustamente dimostrato la loro contrarietà all’evento che si pone in concorrenza con le attività commerciali presenti sul territorio. I nostri commercianti hanno diritto di interloquire sull’organizzazione di queste manifestazioni, come al solito, invece, non c’è stata concertazione con le categorie produttive né programmazione, basti pensare che la delibera è solo della fine di marzo. Ci chiediamo perché gli assessori alla programmazione ed allo sviluppo economico non abbiano inteso pianificare e concertare con i commercianti del centro storico questo tipo di interventi. Per Fratelli d’Italia la partecipazione resta un dogma e ci spenderemo in ogni sede per garantire di nuovo a cittadini ed esercenti la possibilità di tornare ad essere i protagonisti del proprio tessuto urbano e produttivo».

Le domande sono dunque molte: a che titolo la Varsoccer ha ottenuto gli spazi? Data la natura commerciale dell’evento, il comune di Sperlonga ha richiesto e ottenuto un contributo economico? Ciò che risulta chiaro è che la manifestazione ha scontentato molti e che lo scollamento dell’amministrazione da quelle che sono le categorie produttive del territorio si fa sempre più tangibile.

 

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.