• Oggi è: sabato, maggio 25, 2019

Roma, disagi del trasporto urbano, le dichiarazioni di Rachele Mussolini

093756309-3083276d-406f-4a60-b34e-c5cde87e18a8

A Roma continuano i disagi per la chiusura delle stazioni di Repubblica, Spagna e Barberini della linea metro A. Per tentare di arginare i disagi, l’Atac ha deciso di istituire dei bus navetta ma, secondo Rachele Mussolini, consigliere comunale della lista civica “Con Giorgia” e Vice Presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza di Roma Capitale, non può essere questa la soluzione al problema.

Per la Mussolini, infatti, bisogna abolire momentaneamente la ZTL in tutta l’area interessata: «La zona a traffico limitato va aperta oggi stesso (25 marzo) e mantenuta tale fino a quando il trasporto pubblico locale non tornerà a essere un servizio efficiente. È questo l’unico modo che abbiamo per garantire il diritto di muoversi all’interno della città senza essere ostaggio di una mobilità da terzo mondo, che danneggia l’economia di Roma e l’immagine della stessa all’estero».

Passeggiare nel centro storico della Capitale, infatti, è diventato  impossibile e questo sta creando problemi seri a tutte le attività commerciali della zona. Ma non solo, secondo la Mussolini: «Le difficoltà, non mancano neanche per quanti lavorano, vivono o sono costretti a muoversi in queste zone. Tra fermate chiuse da mesi e destinate a rimanere tali chissà per quanto ancora, navette sostitutive strapiene che finiscono imbottigliate nel traffico cittadino e autobus che camminano a rilento, nella nostra città spostarsi è diventata infatti un’impresa di proporzioni titaniche. E questo purtroppo lo è ancora di più per alcune categorie di utenti: gli anziani, i disabili, i minori. Quelli che andrebbero tutelati con particolare riguardo e che, invece, finiscono per essere ancora di più vittime di questa situazione, intollerabile e vergognosa. L’ennesima alla quale quest’Amministrazione non è in grado di dare risposta, e di cui fanno, come al solito, le spese i cittadini».

 

 

 

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.