• Oggi è: lunedì, ottobre 14, 2019

Monte San Biagio, omicidio Barlone: parola alla difesa

DSCN3818

di Valentina Teseo

A distanza di poco più di un anno dall’omicidio Barlone arriva la richiesta di derubricazione del reato da parte del collegio difensivo dei 6 imputati. Per gli avvocati non c’era l’elemento psicologico della volontà di uccidere. L’ex diacono è stato trovato morto la mattina del 9 febbraio 2015  nella sua abitazione di via Roma 11 a Monte San Biagio e ieri, al Tribunale di Latina, si è tenuta l’arringa difensiva. Tutti i legali degli imputati, ad eccezione di uno, hanno chiesto la derubricazione del reato di omicidio volontario in omicidio preterintenzionale. Il 26 febbraio prossimo, con molta probabilità, si arriverà alla sentenza. Le accuse sono di concorso in rapina aggravata e omicidio volontario, con l’aggravante della crudeltà per i tre esecutori materiali.

L’uomo è stato infatti brutalmente ucciso durante la sera dell’8 mentre il Paese festeggiava l’ottavario di San Biagio. Nel mese di maggio la svolta. I Carabinieri del Comando Provinciale di Latina, supportati da quelli del Reparto Crimini Violenti del Raggruppamento Operativo Speciale Carabinieri e dell’Arma campana hanno tratto in arresto i sei colpevoli Avola Salvatore, di 43 anni di Torre Del Greco, Avola Vincenza di 36 anni, anche lei di Torre Del Greco, Imperato Antonio di 56 anni di Ercolano, Marasco Carmine di 49 anni di Torre Del Greco, Quadrino Aldo di 53 anni di Fondi e Scarallo Salvatore 50enne di Napoli, facendo emergere il movente: una rapina sfociata in tragedia.

A pianificare il colpo sarebbe stato l’imprenditore fondano Aldo Quadrino che avrebbe dovuto restituire un prestito ricevuto tempo prima dal finto prete 61enne, i cinque campani sarebbero il braccio esecutivo. L’intento era quello di introdursi in casa della vittima e di derubarlo, ma la situazione una volta all’interno è degenerata.

 

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.