• Oggi è: sabato, agosto 18, 2018

M.S. Biagio, incendio al chiosco: tutti assolti

L'avvocato Guglielmo Raso

Erano accusati per l’incendio doloso del chiosco di fiori del cimitero di Monte San Biagio avvenuto a novembre 2013. Ieri Alberto Frattarelli (difeso dall’avv. Guglielmo Raso) e Biagio Rizzi (difeso dall’avv. Pasquale Cardillo Cupo) sono stati assolti dalla I sezione della Corte di Appello di Roma per non aver commesso il fatto. La Corte ha accolto i ricorsi delle difese che appellarono la sentenza di condanna del gip di Latina, Nicola Iansiti del 12.11.2014 con la quale, a seguito della celebrazione del rito abbreviato, il Frattarelli e il Rizzi venivano entrambi condannati alla pena di un anno e otto mesi. I due, su richiesta del Pm, Gregorio Capasso, furono sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari, con ordinanza del Gip, Mara Mattioli. Pertanto, entrambi i difensori annunciano sin da ora la richiesta di equa retribuzione per l’ingiusta detenzione subita.

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.