• Oggi è: lunedì, ottobre 21, 2019

Latina e provincia, operazione San Valentino, dieci arresti (news con immagini)

polizia-stradale

Una modalità di furto assolutamente originale quella della banda sgominata (IMMAGINI) in queste ore dalla Polizia di Stato – Questura di Latina, con la collaborazione del parallelo ufficio della Squadra Mobile di Napoli. I dieci fermati, tra cui due donne, avevano razziato centinaia di appartamenti tra il Lazio e le Marche. La metodologia era sempre la stessa.  Le vittime dei raid, infatti, venivano individuate attraverso le visure delle targhe delle autovetture a bordo delle quali sopraggiungevano presso teatri o ristoranti, mediante accessi al portale ACI/PRA con pagamento tramite postepay. Trovato l’indirizzo, le donne si accertavano che in casa non vi fosse nessuno, ed il resto della banda operava. Gli arrestati sono tutti originari di Napoli, rione Traiano, e sono:  Giuseppe RIZZOSalvatore QUINDICI, Antonio BELLOBUONOMaria Rosaria AUTORE, Salvatore PEPE, Salvatore MEROLLA, Davide MIRRA, Pasquale CAIAZZA, Adele IANNUZZELLI, destinatari della misura cautelare in carcere e Antonio CIGLIANO, agli arresti domiciliariSono accusati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie indeterminata di furti in abitazioni e di porto abusivo di armi. Le indagini della Squadra Mobile pontina hanno preso in esame un arco temporale di circa dodici mesi, ricostruendo nel dettaglio un centinaio di furti commessi dal gruppo criminale, traendo origine da quello commesso a Latina presso l’abitazione di un professionista il 15 ottobre 2017, a seguito del quale venne ucciso  Domenico BARDI e ferito Salvatore QUINDICI, sorpresi dal figlio del padrone di casa che esplose svariati colpi di arma da fuoco mentre i suddetti uscivano dal balcone dell’abitazione. I proventi dei furti venivano immediatamente ceduti ad un ricettatore di Napoli proprietario di due laboratori orafi nel quartiere Porto, che sono stati perquisiti unitamente all’abitazione dello stesso.

 

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.