• Oggi è: martedì, settembre 17, 2019

La Banca Popolare di Fondi contribuisce al restauro del Film “Italiani brava gente” di Giuseppe De Santis

BANCA POPOLARE DI FONDI (2)

Dopo aver sostenuto, nel corso del 2017, le diverse iniziative promosse per il centenario della nascita di Giuseppe De Santis la Banca Popolare di Fondi si conferma ancora una volta vicina al territorio e a supporto della sua crescita sociale e culturale.

L’Istituto di credito è stato tra i primi a credere e a sostenere il progetto di restauro in 4k di “Italiani brava gente”, la storica pellicola girata nel 1964 proprio da Giuseppe De Santis, tornata ora al suo primo e originario splendore grazie all’impegno del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

Con questa iniziativa si vuole rendere omaggio all’illustre regista fondano, considerato uno dei padri del Neorealismo ed autore di film capisaldi della cinematografia italiana come: “Riso amaro”, “Roma ore 11”, “Giorni d’amore” e “Non c’è pace tra gli ulivi”.

La “prima” della nuova versione restaurata di “Italiani brava gente” si è tenuta a Roma il 27 ottobre scorso, presso la Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica, come evento speciale della Festa del Cinema di Roma. Alla prima ha partecipato l’attore Raffaele Pisu che sarà l’ospite principale della presentazione prevista a Fondi il 2 dicembre presso l’Auditorium della Banca Popolare: un’occasione unica per gli appassionati del cinema di qualità e non solo.

Raffaele Pisu nelle scorse settimane ha avuto l’onore di essere ricevuto al Quirinale dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella proprio per la presentazione del film di De Santis. Questa iniziativa contribuirà a far riscoprire un grande film che si inserisce all’interno del filone del cinema sulla “grande guerra” che lo stile e la sensibilità di Giuseppe De Santis hanno esaltato, raccontando l’odissea di alcuni soldati italiani durante la campagna di Russia e il loro rapporto, conflittuale ma anche a tratti solidale, con l’Armata Rossa e soprattutto con la popolazione sovietica.

Il restauro è stato realizzato dalla Cineteca Nazionale a partire proprio dai negativi originali 35millimerri e dalla colonna sonora messi a disposizione dalla Galatea, con la collaborazione di Intramovies. La versione che verrà presentata il 2 dicembre nell’Auditorium della Banca Popolare di Fondi è tratta direttamente dal negativo originale. La Cineteca Nazionale ha approntato una ricostruzione della versione più completa possibile che reinserisce nel film i tagli di censura, molti dei quali erano presenti nella versione sovietica del film.

In occasione dell’evento del 2 dicembre sarà inaugurata nella hall della Direzione Generale della Banca una mostra fotografica sui film di Giuseppe De Santis e in particolare su “Italiani brava gente” che resterà aperta fino all’11 gennaio 2019.

“Il nostro istituto continua a sostenere progetti di grande valenza culturale – dichiara Gianluca Marzinotto, Direttore Generale della Banca Popolare di Fondi – Siamo felici di contribuire a questa iniziativa nata per ricordare e valorizzare una delle opere maggiori dell’indimenticabile regista fondano che tanto lustro ha dato al nostro territorio. Il cinema e la cultura italiana devono molto a Giuseppe De Santis, per questo riteniamo che sia importante proseguire nel promuovere iniziative che ne ricordino la figura e le opere, anche con il coinvolgimento delle scuole”.

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.