• Oggi è: lunedì, giugno 17, 2019

Frosinone, mazzette in cambio di accoglienza, chiesto l’arresto per Antonio Salvati

Antonio-Salvati-1

L’ex sindaco di San Giovanni Incarico ed ex presidente dell’unione di Comuni Antica Terra di Lavoro è stato accusato di aver richiesto 250mila euro (in piccole dosi) a un imprenditore locale. La vittima è il legale rappresentante di una cooperativa che alloggiava nelle sue strutture richiedenti asilo: i soldi richiesti da Salvati servivano proprio a ottenere i pagamenti delle fatture di vitto e alloggio per tutti i rifugiati. Ma questo è solo il capo d’accusa più eclatante messo a carico dell’imputato, ce ne sono altri come intralcio alla giustizia e corruzione elettorale, confermati dalle indagini condotte dai carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone e quelli di Pontevorvo.

La procura della Repubblica di Cassino avrebbe, quindi, richiesto l’arresto di Salvati ma la parola finale spetta alla Cassazione, cui si sono rivolti i legali dell’accusato. In sostanza, i carabinieri hanno notificato il provvedimento all’ex sindaco ma l’arresto non è ancora effettivo, vale solo sulla carta finché non verrà confermato dalla Cassazione.

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.