• Oggi è: martedì, luglio 17, 2018

Fondi, le riflessioni di Maria Civita Paparello sugli esiti delle elezioni del 4 Marzo

civita paparello

A quasi un mese dalle elezioni politiche, la consigliera del PD di Fondi, Maria Civita Paparello, interviene commentandone gli esiti e proponendo, a partire da questa sconfitta, un nuovo programma di “rigenerazione” per il Partito Democratico.

Sono trascorsi alcuni giorni dal 4 marzo ed ora con oggettiva lucidità è giusto da parte di chi è stata in prima linea nel Collegio uninominale del Sud Pontino fare una riflessione sui risultati di queste elezioni politiche. Innanzitutto desidero ringraziare tutti gli amici e compagni “della resistenza alle facili lusinghe “ che hanno sostenuto la mia candidatura e dato ancora una volta la loro fiducia al Partito Democratico, che con umiltà e coerenza non ha fatto alcuna promessa “fiabesca”, ma è rimasto ben ancorato alla realtà e alle difficoltà del nostro Paese. Nel corso della campagna elettorale sono stati illustrati i risultati ottenuti nei cinque anni di governo in cui è stato riportato il nostro Paese in crescita e sono stati definiti gli obiettivi raggiungibili nei successivi cinque anni in caso di vittoria alle elezioni.

Non c’è stata vittoria del PD, che si è attestato a livello nazionale di poco al di sotto del 19%. Tanti elettori che vivono quotidianamente sulla loro pelle le drammatiche difficoltà derivate dalla crisi economica più disastrosa dal dopoguerra hanno espresso sdegno e protesta per una situazione di precarietà che sembra non voler finire mai e dato fiducia a chi. a parole almeno, li ha rassicurati, promettendo un rapido e immediato cambiamento: via gli extra comunitari, reddito minimo garantito a tutti, abbassamento delle tasse al 16% e così via.

Se  analizziamo in dettaglio le percentuali che si sono avute a Fondi, in particolare, e le confrontiamo con le stesse delle precedenti elezioni politiche del 2013 notiamo che i partiti che hanno guadagnato sono La Lega con più  13,22% , M5S con più 9,37% e Fratelli D’Italia con più 1,81% ; tra quelli invece che hanno diminuito i consensi, troviamo  Forza Italia con – 11,34% e PD con -2,02% .

Si può concludere che è vero che il PD ha perso e gli altri hanno vinto ma, attenzione, almeno a Fondi, il PD ha perso molto meno della media nazionale- ed è una ben magra consolazione- tuttavia il dato costituisce un’ottima base di partenza per prepararsi  in vista delle prossime sfide .

A partire da ora per  il Partito democratico sono necessari, per dirla con Zingaretti, una RIGENERAZIONE, un rinnovamento che superi le attuali frammentazioni e riporti il Centrosinistra insieme senza personalismi, superando le differenze e le divergenze che hanno causato l’allontanamento e il distacco di molti.

Un PD, infine, che ritorni ai suoi valori fondanti per il bene comune e riscopra che pluralità di pensiero e  diversità di vedute sono una ricchezza che fa crescere”.

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.