• Oggi è: sabato, giugno 6, 2020

Fondi, in conferenza il sindaco annuncia un’azione legale nei confronti della Rai

60999367759salvatore-de-meo-light

Una conferenza stampa per riepilogare l’attività amministrativa agli operatori dell’informazione. È l’incontro quadrimestrale indetto dal sindaco Salvatore De Meo e che ha avuto luogo nella mattinata di ieri presso la Casa comunale.

In apertura sono state ricordate le iniziative promosse dal Comune di Fondi in ambito culturale nella prima parte del 2016, tra cui quelle del “Giorno della Memoria”, con uno spettacolo teatrale e il convegno di presentazione del progetto vincitore del Concorso internazionale per la realizzazione di un “Memoriale della Shoah” a Bologna, di cui è autore il giovane architetto di Fondi Onorato Di Manno insieme ad alcuni colleghi, e sul fondano S. Sotero, 12° Papa della cristianità, che hanno visto il coinvolgimento delle scuole e la sinergia con il Parco Ausoni, anche con l’organizzazione di eventi in occasione della “Giornata Mondiale della Terra”. Ai fini della promozione turistica si è proceduto all’attivazione del progetto “Fondi Città Smart”, condiviso con i Parchi degli Aurunci e degli Ausoni, in fase di implementazione in collaborazione con le attività ricettive e di ristorazione, e che oltre al portale turistico prevede ora l’inserimento di news su iniziative culturali, sportive e di spettacolo con l’apertura di una pagina Facebook che solo nell’ultima settimana ha registrato ben 6.000 contatti.

Le Politiche della Scuola hanno visto l’organizzazione degli incontri informativi “L’Europa per la sostenibilità: una sfida per le nuove generazioni del Lazio” con la partecipazione degli studenti degli Istituti superiori individuati con criteri meritocratici, che ha rappresentato occasione per conoscere le Istituzioni UE e il loro funzionamento e si concluderà a fine Maggio con una visita gratuita a Bruxelles destinata ai 12 migliori partecipanti; l’adesione al progetto “Cinema nelle Biblioteche”, promosso da Regione Lazio, ANAC e Sistema Bibliotecario Sud Pontino, che rappresenta soprattutto per i giovani un’opportunità di conoscenza del giovane cinema italiano; l’attivazione del progetto “La tua biblioteca è anche digitale”, sempre in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Sud Pontino, che consente la consultazione digitale di numerose risorse tra cui quotidiani e periodici, e-book, immagini, video, audio, banche dati, film e la possibilità di accedere a corsi di formazione multimediali.

Le Politiche Giovanili hanno visto le elezioni e l’insediamento in data 8 Marzo del Consiglio comunale delle Ragazze e dei Ragazzi, istituito con l’obiettivo di avvicinare le nuove generazioni alla cosa pubblica, che nelle prossime settimane tornerà a riunirsi e i cui componenti effettueranno una visita istituzionale presso il Senato della Repubblica nell’intento di poter consentire al giovane Sindaco e ai Consiglieri del CCRR di osservare da vicino una delle due Camere del Parlamento Italiano.

In merito ai Servizi sociali De Meo ha ricordato l’assegnazione complessiva di circa 30 borse lavoro per attività risocializzanti e di pubblica utilità destinate a soggetti in condizioni di disagio socio-economico, e la campagna informativa sul 5×1000 da destinare al Comune di Fondi per consentire all’Ente di disporre di maggiori risorse per intervenire con servizi e progetti in favore di minori e famiglie in difficoltà, disabili e anziani.

Il primo cittadino ha in seguito fatto riferimento al Consiglio comunale del 26 Aprile scorso nel cui ambito sono state approvate le tariffe propedeutiche al bilancio 2016, in fase di approvazione: “A fronte di agevolazioni risultano anche alcuni aumenti, ma si è trattato di una scelta obbligata derivante sia dall’introduzione del servizio di raccolta differenziata “porta a porta” che dalla sempre maggiore riduzione di risorse statali a favore dei Comuni, nonché dalle imposizioni della Legge stabilità che prescrivono la costituzione di un Fondo crediti dubbia esigibilità, nel nostro caso pari a circa 2 milioni di Euro che dobbiamo accantonare e non possiamo spendere, e che al tempo stesso non consentono al nostro Comune di rivedere al ribasso le aliquote. Siamo vincolati al rispetto dei conti ma al tempo stesso dobbiamo erogare servizi alla cittadinanza, molto costosi. Si pensi che soltanto il trasporto scolastico grava sul bilancio comunale per circa 800.000 Euro annui, a fronte di un introito di soli 80.000 Euro derivante dal pagamento delle rette, pertanto recuperiamo appena il 10% del totale delle spese per il servizio. L’Amministrazione è impegnata in tutti gli ambiti a individuare sacche di evasione, anche perché l’ampliamento della platea dei contribuenti consentirà la riduzione degli importi dei vari tributi”.

In merito al già citato servizio di raccolta differenziata “porta a porta”, il Sindaco ha nuovamente annunciato l’inizio di una capillare campagna di comunicazione, che prevede anche incontri informativi nelle Scuole cittadine, già iniziati: “Nel mese di Maggio inizierà la consegna gratuita dei kit per il “porta a porta” a tutte le utenze, con la distribuzione di materiale informativo su giorni, orari e modalità di conferimento dei materiali differenziati. Come ho già detto, siamo di fronte ad una svolta epocale e pertanto confidiamo nella fondamentale collaborazione della cittadinanza. Con gradualità, entro l’inizio dell’estate saranno ritirati completamente i cassonetti stradali e avviato il “porta a porta” su tutto il territorio comunale. Sull’attivazione del servizio organizzeremo entro un paio di settimane uno specifico incontro pubblico-conferenza stampa di presentazione”.

De Meo si è poi soffermato sull’intervento di adeguamento e miglioramento dell’efficienza energetica e luminosa degli impianti di pubblica illuminazione e semaforici: “Abbiamo attivato una formula utilizzata nella stragrande maggioranza dei Comuni italiani. Il contenzioso si è definito in modo negativo per l’Ente e siamo in attesa delle motivazioni da parte del Consiglio di Stato. Ci troviamo di fronte ad uno scenario atipico e pertanto individueremo una soluzione alternativa. Ad ogni modo la ditta che ha realizzato l’intervento dovrà essere liquidata per i lavori posti in essere e si tratterà poi di individuare la soluzione migliore per gestire gli impianti. In merito ai guasti che hanno interessato punti luce in alcuni quadranti cittadini ribadisco che essi non sono riconducibili all’intervento di efficientamento e ci siamo attivati da tempo per affrontare e risolvere questi problemi che creano un evidente disagio ai residenti”.

Dopo aver ricordato la deliberazione di Giunta municipale relativa all’utilizzo gratuito del campo sportivo “Madonna degli Angeli” per l’atterraggio H24 delle eliambulanze del servizio regionale 118,  ai fini di una maggiore tutela sanitaria ai cittadini di Fondi e del comprensorio, il Sindaco ha affrontato il tema spinoso della sanità, anche in ragione dell’approssimarsi della stagione estiva: “Il ritardo con cui si sta procedendo alle assunzioni in deroga e l’avvicendamento alla Direzione Generale della ASL tra Caporossi e Casati hanno indubbiamente accresciuto disagi e criticità nella sanità pontina e naturalmente nell’ospedale di Fondi. La problematica maggiore è derivante dalla carenza di anestesisti, che rischia di ridurre ulteriormente la funzionalità dei reparti nei nosocomi provinciali, se non addirittura di determinarne il blocco. A fronte di una situazione che con il trascorrere degli anni si sta facendo sempre più insostenibile e alla soglia del completamento del Piano di rientro dal deficit regionale, continua purtroppo il silenzio della Regione Lazio e del Presidente Zingaretti e ciò alimenta di conseguenza le voci di corridoio su una diversa e penalizzante connotazione dei nosocomi di Fondi e Terracina. Per condividere le criticità in essere presso il “San Giovanni di Dio” e acquisire ogni utile elemento relativo alle attività aziendali in programmazione per il riordino della sanità provinciale, con particolare riferimento alla situazione di emergenza che interessa le attività ospedaliere per le quali è necessaria la presenza di anestesisti, ho trasmesso al Direttore Generale Casati la richiesta unanime da parte di tutte le forze politiche di poterlo incontrare nel più breve tempo possibile, convocando ad hoc una riunione della Commissione consiliare Sanità”.

La conferenza stampa si è conclusa con l’anticipazione di una deliberazione che la Giunta municipale ha assunto nella giornata di ieri per avviare un’azione legale nei confronti della RAI – Radiotelevisione Italiana a seguito della messa in onda nel Febbraio scorso in prima serata della fiction “Io non mi arrendo”, giudicata lesiva del nome e dell’onore della città per l’uso improprio e diffamatorio del nome di Fondi, città rappresentata come territorio privilegiato per l’esercizio di traffici illeciti da parte di esponenti della criminalità organizzata, sia per l’occultamento di rifiuti tossici che per la costituzione di un Istituto di credito finalizzato al riciclaggio di somme derivanti da usura. Poiché il riscontro della RAI alla richiesta di chiarimenti da parte del Sindaco è stato ritenuto insoddisfacente, tramite i legali incaricati il Comune farà istanza di inibizione dell’uso del nome di Fondi nella fiction, ancora visionabile sul portale internet della RAI e presente in tutti i siti nazionali che hanno riportato il comunicato stampa di presentazione, e verificherà la sussistenza dei presupposti per una specifica azione legale volta ad ottenere il risarcimento dei danni causati all’immagine della città dalla messa in onda: “Constatiamo con rammarico uno spiacevole automatismo nel ricorrente accostamento del nome di Fondi a fatti di criminalità organizzata, come si è verificato anche nelle scorse settimane a seguito dell’efferato delitto di un concittadino, per motivazioni che non hanno nulla a che vedere con i sospetti che avevano cominciato ad aleggiare anche sugli organi di informazione a copertura nazionale. A seguito della brillante operazione investigativa posta in essere che ha consentito di assicurare alla giustizia il responsabile e contribuito a rasserenare il clima sociale e il tessuto economico cittadino, ho voluto attribuire attestati di benemerenza al Vice Questore Massimo Mazio e al personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Fondi, che hanno dimostrato una brillante capacità professionale nonostante le difficili condizioni in cui si trovano ad operare a causa di una inadeguata sede del Commissariato. A tal proposito, anche su richiesta degli operatori del MOF, che sono i primi ad auspicare la presenza di un presidio di legalità all’interno del Mercato Ortofrutticolo in quanto consapevoli che i fenomeni criminali costituiscono una grave minaccia alla propria libertà, agli equilibri del mercato e alla permanenza delle normali regole di concorrenza, informo che il Comune di Fondi ha redatto la progettazione definitiva della nuova sede del Commissariato P.S. nel MOF, trasmessa al Prefetto e al Questore, e che sarà formulata alla Regione Lazio richiesta di finanziamento dell’intervento, in ragione di quell’attenzione che il nostro territorio merita di avere in tema di sicurezza. Questo potrebbe essere, da parte della Regione, il primo passo concreto verso il tanto auspicato rilancio della struttura di viale Piemonte”.

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.