• Oggi è: lunedì, ottobre 21, 2019

Fondi, Barbara Alberti ospite della kermesse letteraria ‘Indovina chi viene al Gobetti?’

alberti orizzontale

Venerdì 29 marzo la scrittrice e giornalista Barbara Alberti ha presentato il suo ultimo libro ‘Non mi vendere, mamma’ (edito da Nottetempo) nell’Auditorium comunale ‘Sergio Preti’ di Fondi. Un romanzo che affronta la controversa quanto attuale tematica della maternità surrogata. L’autrice ha voluto smascherare l’ipocrisia «di chi parla dell’utero in affitto come di un gesto d’amore», mentre bisognerebbe parlare di vera e propria schiavitù per la donna che accetta una condizione del genere. Un incontro carico di spunti di riflessione, accompagnato dalle note di Guglielmo Maria d’Avino ed Eduardo Maria d’Avino.

L’appuntamento con l’autrice è stato il quarto del ciclo ‘Indovina chi viene al Gobetti?’, rassegna letteraria organizzata dall’Istituto di Istruzione Superiore ‘Gobetti-De Libero’ diretto da Mariana Zannella. Il progetto, ideato dalle docenti Giorgia Venditti e Vittoria Mazzucco, gode del patrocinio del Comune di Fondi ed è realizzato in collaborazione con la Mondadori Bookstore di Fondi.

Lo scorso anno ‘Indovina chi viene al Gobetti’ ha portato nella città della Piana autori come Antonio Pennacchi, Roberto Emanuelli, Francesco Sole, Giancarlo De Cataldo, Francesco Tiboni, Adriano Madonna, Giovanni del Giaccio, Eva Crosetta. Quest’anno ha già visto ospite il professor Carlo Ruta, il professor Valerio Nardoni e Giorgia Benusiglio.

‘Indovina chi viene al Gobetti?’ è reso possibile grazie al sostegno di alcuni partner: Bluecarcompany, #Hashtag abbigliamento, Conad Superstore, B&B Al giardino di Anna, Tammetta Hurrà Enne, SP Academy.

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.