• Oggi è: lunedì, giugno 17, 2019

Ferentino, agli arrestati per estorsione e metodi mafiosi

carabinieri-auto

Un ex assessore del comune di Ferentino è agli arresti domiciliari per volere del Giudice del Tribunale di Roma e su richiesta della Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia.

La misura cautelare arriva grazie alle indagini iniziate il 7 marzo scorso e che già hanno permesso l’arresto di 5, tra  le quali anche un consigliere comunale di Ferentino. Sono tutte accusate di estorsione aggravata da metodo mafioso per aver chiesto una tangente all’imprenditore di Tivoli che aveva vinto la gara per l’ampliamento del cimitero comunale di Ferentino.

L’ex assessore, invece, si sarebbe accordato con il consigliere già tratto in arresto per dividere tra loro la tangente oltre ad assecondare la decisione di rivolgersi alla criminalità organizzata per ottenere il pagamento da parte dell’imprenditore di Tivoli.

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.