• Oggi è: sabato, aprile 4, 2020

Coronavirus, De Meo presenta interrogazione alla commissione europea sulle fake news verso l’agroalimentare italiano

De Meo 1

Salvatore De Meo, europarlamentare di Forza Italia – PPE, membro della commissione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, ha presentato oggi un’interrogazione, condivisa anche dagli altri europarlamentari del suo partito, che riguarda la richiesta all’UE di iniziative da mettere in campo legate al danno, recato al comparto agroalimentare italiano, scaturito dalla disinformazione, spesso mutuata addirittura da fake news, sulla diffusione del Coronavirus.

«La crisi sanitaria scatenata dal Coronavirus  – dichiara De Meo – sta colpendo duramente anche la commercializzazione dei prodotti agroalimentari, impedendo a molte aziende, non solo italiane, di trasportare le merci di loro produzione e quindi di evadere gli ordini, con un conseguente contenimento dei consumi ed una contrazione delle esportazioni; si sta registrando una ingiustificata forma di psicosi in relazione alla libera circolazione di persone e merci all’interno dell’Unione europea; in particolare nelle ultime ore si è addirittura alimentata un’informazione non corretta e fuorviante, con ulteriori danni economici e di immagine al comparto agroalimentare, in ragione della errata percezione che il virus possa essere trasferito attraverso il consumo di prodotti agricoli provenienti dalle aree interessate da possibili focolai. In Italia il comparto ortofrutticolo e la catena del valore economico che ne deriva rappresenta oltre il 20% del PIL nazionale e più del il 10% dell’export nazionale complessivo. In questo momento l’esempio negativo più lampante è rappresentato da un video della tv francese Canale Plus nel quale si pubblicizza una pizza italiana chiamata Coronavirus realizzata da un pizzaiolo che tossisce e starnutisce sulla stessa. Uno sciacallaggio nudo e crudo che non può e non deve essere spacciato per satira, ma solo ed esclusivamente denunciato per quello che è, ovvero un oltraggio al lavoro di tanti operatori del settore alimentare italiano e una cattivissima informazione sul dilagarsi del virus stesso. Pertanto si richiede – conclude Salvatore De Meo – alla Commissione Europea: se intenda assumere iniziative volte a ripristinare la corretta informazione che il virus Covid-19 non si trasmette in alcun modo con il consumo alimentare dei prodotti agroalimentari e che gli stessi non presentano in alcun modo rischi per la pubblica salute».

Questa interrogazione viene presentata il giorno dopo quella sulle misure di sostegno alle piccole e medie imprese firmata da tutto il gruppo di europarlamentari di Forza Italia – PPE.

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.