• Oggi è: domenica, marzo 24, 2019

Al via la rassegna cinematografica “Lo Sguardo delle Donne”

fortunata

Prende il via questa sera (sabato 9 febbraio), alle ore 19, presso la Sala polifunzionale della Chiesa di Sant’Albina a Scauri, la rassegna cinematografica “Lo Sguardo delle Donne” organizzata dall’Associazione Culturale “Il Sogno di Ulisse”, nell’ambito del Progetto “Meteore”, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità, con capofila il Comune di Minturno, sul tema delicatissimo della violenza di genere. La rassegna si compone di otto film presentati nei festival cinematografici internazionali più prestigiosi, e si pone l’obiettivo di scoprire e raccontare la vita vissuta dalle donne in diversi Paesi del mondo. Si parte con il pluripremiato film etiope “Difret – Il coraggio di cambiare” di Zeresenay Berhane Mehari, co-prodotto da Angelia Jolie, che pone l’accento sul difficile tema delle spose bambine nei paesi più poveri del mondo. La pellicola racconta una storia vera, quella dell’avvocato Meaza Ashenafi e della sua lotta per la salvezza della piccola Hirut, colpevole solo di essersi difesa dalla violenza.

 «Prosegue l’approccio “trasversale” al tema delicatissimo della violenza di genere. Dopo il teatro è la volta del grande schermo – dichiara l’Assessore ai Servizi Sociali Immacolata Nuzzo – Credo che il buon cinema sia un modo popolare e complementare per arrivare ad un pubblico numeroso: offre opportunità di riflessione su tematiche sociali importanti, prospetta possibilità di soluzioni e diffonde la speranza di un mondo migliore. Anche in questa maniera pensiamo di sensibilizzare la nostra comunità su questioni così dolorose e complesse. La rassegna “Lo sguardo delle donne” vuole lanciare un segnale forte contro coercizioni e discriminazioni, per affermare i diritti civili e le reali pari opportunità».

 Nelle parole di Gisella Calabrese, vicepresidente dell’Associazione Culturale “Il Sogno di Ulisse”, si delineano il profilo e la chiave dei film selezionati: «Ogni due settimane proietteremo un film per raccontare la condizione della donna nel mondo. Si tratta di pellicole particolari, presentate nei festival cinematografici più prestigiosi, per scoprire e riportare la vita vissuta dalle donne in diversi Paesi, tra culture differenti e con nuove prospettive. Non solo storie di violenza domestica, ma anche quelle riguardanti la condizione femminile nelle diverse società patriarcali, fatte di privazioni, sottomissioni, violenze di ogni genere».

 Gli altri film in cartellone: “E ora dove andiamo?” di Nadine Labaki, Egitto (23 febbraio); “Tonya” di Craig Gillespie, Usa (9 marzo); “La bicicletta verde” di Haifaa Al-Mansour, Arabia Saudita (23 marzo); “La sposa bambina” di Khadija Al-Salami, Yemen (13 aprile); “Mustang” di Deniz Gamze Ergüven, Francia (27 aprile); “Fortunata” di Sergio Castellitto, Italia (11 maggio); “Vergine Giurata” di Laura Bispuri, Italia (25 maggio). Tutti gli appuntamenti si svolgeranno, con inizio alle ore 19, presso la Sala polifunzionale della Chiesa di Sant’Albina a Scauri. L’ingresso è gratuito.

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono marcati da un *

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.